Pettorali scolpiti? Ecco come

person Pubblicato da: Francesco list In: Bodybuilding Sopra:

Chi non desidera pettorali più grossi? Per avere dei pettorali scolpiti c’è sicuramente bisogno di tanti esercizi da svolgere in palestra o a casa, ma anche un buon DNA.

Chi non desidera pettorali più grossi? Essi sono un biglietto da visita imponente in un fisico da bodybuilder e per chi si allena con costanza. Dovrebbero essere sviluppati a tal punto da poter essere notati anche con una t-shirt indossata, ma alcuni hanno difficoltà nella crescita muscolare. Probabilmente questo è dovuto ad allenamenti e abbinamenti sbagliati o un alimentazione non adeguata. Per rinforzare i muscoli del torace e renderli più evidenti, devi focalizzare i tuoi esercizi sui pettorali, seguendo le tecniche di allenamento più adatte e una dieta mirata all’incremento della massa muscolare. 

Per avere dei pettorali scolpiti c’è sicuramente bisogno di tanti esercizi da svolgere in palestra o a casa, ma anche un buon DNA. Infatti, i pettorali risentono molto della forma genetica: alcuni li hanno ampi e poco spessi, altri con una forma più chiusa e spessa. Tuttavia, indipendentemente dalla forma genetica bisogna allenare il muscolo da varie angolazioni. 

In questo articolo troverai tutte le indicazioni e i consigli su come sviluppare i tuoi pettorali velocemente.

Attenzione però, velocemente non significa ricevere un miracolo. Hai bisogno di costanza per raggiungere i tuoi risultati. Se ti allenerai con costanza sicuramente vedrai i risultati più velocemente rispetto a chi si allena sporadicamente. 

anMQOeJ0qiD5gDOR8S69tZXn2c9Cdn8-72dXHUqYGgYP6o5ewEbMPDJHIe99cjFdaHsEocMFzUJDVws0Yz62dZX6EN4fyoOfNfvKh6rZZtd6PUa8pKt3XuROFba0HRJxi-pnd6Q

| “c’è un solo tipo di successo: quello di fare della propria vita ciò che si desidera.”

 

Quali sono gli esercizi più adatti per incrementare i pettorali?

  1. Push up: questo esercizio viene spesso trascurato ma è fondamentale per lavorare con spalle e muscolatura superiore. 

Sdraiati con la faccia rivolta verso terra e parti con le mani allineate alle spalle, gambe tese dietro di te. Spingi il corpo lontano dal pavimento sfruttando le mani e la forza delle braccia, fino a raddrizzare i gomiti, poi ritorna alla posizione di partenza. 

  1. Panca piana: questo è da sempre l’esercizio più popolare per i pettorali. Come farlo? Attrezza un bilanciere con dei pesi adatti al tuo livello fisico. Sdraiati sulla panca con i piedi ben saldi a terra. Abbassa il bilanciere fino a quasi toccare il petto e poi sollevalo perpendicolarmente.

  2. Flessioni alla sbarra: sistemati davanti all’attrezzo, il quale è formato da sbarre parallele. Spingendo le stesse verso il basso, soleva il tuo corpo. Inizialmente questo esercizio potrà sembrarti estenuante e darti qualche problema, tuttavia è uno dei migliori per stimolare i pettorali e farli sviluppare in davvero poco tempo. 

  3. Concentrati sui pettorali singolarmente: mettiti nella posizione per le flessioni da terra ed eseguine una soltanto. Mantieni per 3 secondi e poi sposta tutto il peso sulla mano e sul piede destro alzando la mano e il piede sinistro come se dovessi fare un jumping jack laterale. Mantieni la posizione per qualche secondo, ripeti poi con la parte sinistra. 

  4. Cable Fly a 45 gradi: afferra le maniglie dei cavi e sollevale sopra il petto. Così facendo aumenterai l’ampiezza della parte inferiore del petto e definirai meglio la parte centrale. 

  5. Cable Fly a 30 gradi: stenditi supino sulla panca. Abbassa la panca rispetto all’esercizio precedente – e anche i cavi – e ripeti i movimenti. Così facendo lavorerai sulla parte superiore dei pettorali. Resisti durante la durata di tutto il movimento per sfruttare al massimo ogni ripetizione. 

  6. Cable Fly in piedi: stavolta posizionati in piedi, metti i cavi all’altezza delle spalle e portali al centro del petto. Questo esercizio modella la parte inferiore del petto. 

  7. Pectoral machine: la sessione va eseguita da seduti, con la panca regolata in modo tale da avere le braccia ad altezza dei deltoidi, con i gomiti contigui al livello delle spalle. Si posizionano le braccia sui cuscini laterali e dopo aver impugnato la maniglia bisogna avvicinarle, senza farle toccare, restando su tale posizione per circa 4/5 secondi.

  8. Croci su panca: ricordi la panca piana menzionata prima? Bene, in questo caso invece viene eseguito un movimento che va a coprire una porzione di quasi 180°. Durante l’esecuzione è necessario non piegare le braccia ed i manubri devono essere distanti dal corpo. È presente anche la variante con i cavi. 

Che dire? Pronto a sfoggiare pettorali definiti? È sicuramente arrivato il momento di mettersi al lavoro. Per riuscire ad avere il fisico che si desidera c’è bisogno di costanza, tempo e pazienza. Non rimandare a domani quello che potresti fare oggi!

In Stessa categoria

Correlati per Tag

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Accedi O Resetta la password